Primo contatto con Nintendo Switch (aggiornato)

(AGGIORNAMENTO 22/03/2017) Nintendo ha individuato la problematica all’origine dei JoyCon “impazziti” di cui si riferisce nel paragrafo conclusivo dell’articolo. Il difetto era dovuto a quanto pare ad un errore in fase di assemblaggio, ed i controller affetti potranno essere riparati in garanzia. ==================================

Breve resoconto della “3 giorni” iniziale con il nuovo Nintendo Switch.

Per prima cosa, le dimensioni, è più piccolo di quanto sembrasse/potessi immaginare: scatolo, console, JoyCon… ingombri davvero ridotti, perlomeno rispetto all’idea che mi ero fatto vedendo il prodotto in foto.

Il prodotto ha un aspetto tutto sommato moderno e robusto; le plastiche sembrano buone e per adesso non vi è traccia di scricchiolii e affini. Ottimo lo schermo IPS da 6.2 pollici, luminoso e con colori vibranti, mentre trovo il touch una spanna abbondante sotto il Gorilla Glass del mio Nexus7 come resa. La docking station invece appare proprio una plasticata da due soldi, ma fa il proprio dovere ed è stabile.

Nell’utilizzo normale Switch è per ovvii motivi di una silenziosità sconvolgente: l’unica parte in movimento è infatti la piccola ventola interna, che in modalità TV produce un impercettibile flusso di calore che fuoriesce dalle apposite feritoie poste nella parte superiore della console. Mi riservo di fare ulteriori prove in uso intensivo della modalità portatile per capire se e quanto venga attivata.

Capitolo ergonomia. Metterei la modalità puramente portatile, ergo con i JoyCon attaccati ai lati della console, come quella relativamente più scomoda, ma siamo comunque anni luce avanti alla famiglia 3DS, anche grazie all’adozione di una coppia di vere levette analogiche. A seguire a pari merito l’utilizzo a mani libere con un JoyCon per mano ed il sorprendente grip, che nel complesso non mi fa rimpiangere affatto il Controller Pro (che ho provato, ma del quale ritengo di poter fare tranquillamente a meno per adesso… valuterò eventualmente in futuro l’acquisto se proprio si rivelerà necessario).

L’unico problema oggettivo per adesso dal punto di vista dei controlli è l’assenza di una croce digitale, che confido arriverà in futuro come accessorio – era esplicitamente menzionata nei brevetti.

Sistema operativo e utilizzo in genere. Il sistema operativo, su base kernel FreeBSD, non ha nulla a che fare con a quanto visto su 3DS e WiiU, semplicemente una scheggia in tutto. La macchina si avvia in pochi istanti, Zelda Breath of the Wild ci mette 14 secondi per arrivare al menu principale del gioco, e naturalmente si tratta di numeri di fatto azzerabili grazie alla modalità riposo. Passaggio tra modalità TV e modalità portatile pressochè istantaneo. Anche eShop, per quanto scarno al momento in termini di contenuti ed esteticamente austero, sembra essersi lasciato alle spalle la pesantezza e le scelte discutibili di interfaccia utente. Passo indietro invece per l’online, con il ritorno dei codici amico numerici: non è più necessaria l’aggiunta reciproca come su DS/Wii/3DS (c’è un sistema di notifiche cui basta rispondere) ma rimane un’oggettiva, inutile complicazione. I servizi online entreranno a regime in estate con la beta dell’app quindi per adesso è impossibile valutarli.

Confermata l’ottima notizia dell’assenza dei blocchi territoriali, sia per le cartucce che per l’accesso (previa creazione di apposito account) agli eShop delle altre regioni. Questo sì, un ritorno al passato che fa piacere. Non altrettanto piacevole la questione dei salvataggi bloccati. Si presume verrà superata col già annunciato supporto al cloud, ma devono darsi una mossa.

Curiosità, si tratta di fatto della prima console con… il gruppo di continuità incorporato: un’eventuale interruzione di corrente mentre si è attaccati alla TV difatti si limita banalmente ad attivare la modalità portatile, come se si fosse sganciata l’unità dal dock.

NB: riguardo lo schermo graffiato dal dock di cui si legge in Rete, per adesso fortunatamente non noto nulla, può darsi sia correlato a dei difetti di produzione di quest’ultimo (ho visto in giro foto in cui il frontale è leggermente piegato ed è chiaro che questo potrebbe andare a sfregare di continuo sul touch); a scanso di equivoci comunque credo che a breve mi procurerò come di consueto una pellicola protettiva

“IL” PROBLEMA

Come si sarà intuito nel complesso sono molto soddisfatto dalla macchina, dopo i mezzi passi falsi (concettuali in primis) della generazione 3DS/WiiU avevo aspettative decisamente elevate: va da sè che le rivoluzioni DS/Wii sono ben altra cosa, ma sin dal filmato rivelatore dello scorso ottobre sono moderatamente ottimista in merito a Switch nonostante per adesso ci sia un ostacolo-prezzo non indifferente. Ma queste sono valutazioni assolutamente soggettive.

C’è invece un problema bello che oggettivo e riguarda il caso-Joycon.

Nel corso del fine settimana ho (ovviamente) piazzato la console nel mio angolo videoludico. Finora nell’utilizzo normale ho riscontrato tre episodi di “balbettamento” del Joycon sinistro, su un totale che stimo attorno alle 10-12 ore di gioco, ad una distanza di circa 2 metri dalla console.

Ora, è vero che Switch sta in un angolino micidiale (tra altre console, PC con Bluetooth e ricetrasmettitore per il pad 360, satellite, ecc. ecc.), ma viviamo in un mondo in cui l’inquinamento da onde elettromagnetiche è una realtà con cui si deve convivere. Insomma, anche fosse un episodio su 100 ore di gioco, non sarebbe comunque accettabile per quanto mi riguarda, men che meno da Nintendo che ha fatto un’arte della robustezza e affidabilità dei suoi prodotti. Anche perchè non ricordo di un singolo evento del genere nella miriade di controller senza fili che mi son passati per le mani negli ultimi 10 anni.

Nel momento in cui scrivo non è ancora del tutto chiara nè l’origine, nè la diffusione, nè l’eventuale possibilità di intervenire senza ricorrere all’assistenza (c’è una memoria flash su ciascun JoyCon tanto per cominciare) e/o alla sostituzione.

Rimane comunque un problema decisamente grave sulla carta (a naso l’unico precedente è il famigerato richiamo dei Famicom deciso a malincuore da Yamauchi, auspicabilmente l’extrema ratio) che deve trovare soluzione in tempi quanto più rapidi possibile.

Annunci

2 pensieri su “Primo contatto con Nintendo Switch (aggiornato)

  1. Sin dalla conferenza di presentazione di Switch, ho avuto un atteggiamento piuttosto duro nei confronti di Nintendo. Credo che abbiano forzato la mano proponendo dei prezzi, sia per la console che per gli accessori, più alti di quanto si immaginasse. In un mercato dominato da PS4 che è facile trovare a 249 Euro in bundle, che successo può avere Switch provenendo da un disastroso Wii U?

    Evidentemente la console ha i suoi punti di forza, naturalmente i suoi limiti, e tutto si giocherà come sempre sulla qualità e quantità del software a disposizione che spero sia Nintendo e sia le terze parti non le faranno mancare.

    Perché non ci possiamo permettere un mercato senza Nintendo.
    In un altro momento storico, l’avrei comprata pur con tutti i dubbi che mi frullano in testa. Per il momento devo attendere.

  2. Beh, per adesso sappiamo che è partita piuttosto bene.

    Evidentemente partire con uno Zelda iradiddio piuttosto che con Pilotwings (…) o un pur ottimo, ma “riciclato” Mario quale NSMBU è servito a qualcosa. Per tacere delle scelte a dir poco infelici concettuali e di nomenclatura di 3DS e WiiU, che a ripensarci rafforzano ancor più quanto di buono visto finora con Switch, che davvero pare concepito da un’azienda totalmente diversa da quella che ha dato l’ok a quanto appena citato… incredibile.

    Personalmente resto dell’idea che, nel suo essere una sorta di 2-al-prezzo-di-1, tutto sommato la macchina non sia poi *così* costosa.

    Ovviamente è presto per cantare vittoria, però sì: questo mercato ha assolutamente bisogno di una Nintendo come si deve.

    Vedremo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...