La conferenza Microsoft all’E3 2013

E’ Konami ad iniziare la conferenza MS, e lo fa con i fuochi d’artificio. Quello che compare sullo schermo dello stage è Metal Gear Solid V: The Phantom Pain per Xbox One! Sì, MGS arriva anche sulle console nextgen, come lasciato trapelare da Kojima stesso qualche giorno fa.

Quello che si vede, infatti sembra proprio essere nextgen, e si parla di openworld! MGS go openworld! Fa molto “Red Dead Redemption”, perché il buon Snake si ritrova a cavalcare in un mondo di gioco parecchio ampio, e che ci mostra cambiamenti climatici in tempo reale e ciclo giorno/notte completo.
Non manca nemmeno la possibilità di guidare molteplici veicoli, ma soprattutto pianificare le nostre azioni di spionaggio ed infiltrazione, utilizzando al meglio le nostre capacità, e le situazioni che ci circondano.
Compare una donna cecchino svestita nei punti giusti ed altri personaggi, fra i quali molti bambini soldato. Il tutto con un sottofondo musicale Sins of the Father.
C’è anche Hal Emmerich, e l’Ocelot che avevamo già visto nei trailer.
Punished Snake!

Si torna in stage. Dove c’è Mattrick con Kojima che prova un inglese tutto da decifrare. Dice pochissime battute di ringraziamento e scappa via subito. Questione di una trentina di secondi. La conferenza continua, anzi, inizia!

Ma prima di addentrarsi su Xbox One, si parla di Xbox 360.
Un nuovo 360 è infatti pronto alla commercializzazione immediata, e si presenta più piccina, più silenziosa, meno assetata di corrente, ed in una estetica molto vicina a quanto presentato con Xbox One.
Gli utenti Live Gold riceveranno due giochi gratis al mese a partire da luglio e fino a novembre. Assassin’s Creed II ed Halo 3 sono i primi due.

Si coglie anche l’occasione per mostrare tre videogiochi per Xbox 360:
Il primo nuovo gioco è World of Tanks. Esclusivo console ma già presente su PC.

Il secondo nuovo gioco è Max: The Curse of Brootherhood. Un Platform 2D.

Il terzo è un gioco Dark Souls II. From Software.

Entra Phil Spencer sul palco e si torna a One.

Il primo gioco mostrato è Ryse: Son of Rome, esclusivo One, uscita al lancio. Gira su CryEngine 3.
L’azione mostrata si presenta in modo molto cinematico. Una guerra totale in cappa e spada che per certi versi almeno all’inizio riporta alla mente lo sbarco in Normandia durante la seconda guerra mondiale.
Ci sono nolti QTE durante il combattimento in spada, con delle “finisher”, però, un po’ tutte uguali l’una all’altra.
Saltano anche arti e vengono distrutte torri.
Entra in stage Cevat Yerli.

Adesso è il turno di Killer Istinct, il cui ritorno si vociferava da una vita. Esclusivo One. Video brevissimo (ma tornerà più tardi per una dimostrazione -criticatissima per via di battute poco eleganti- su stage. Sarà disponibile al lancio.

Nuovo IP esclusivo Xbox One di Insomniac Games.
Entra Ted Price sul palco a presentarlo, e si tratta di Sunset Overdrive. Il videogioco ha un look cartoonesco, molto parkour, e trattasi di sparatutto in terza persona.
Armi molto particolari, dall’aranciata bombarola, al lancia dischi in vinile.

Adesso tocca ad un racing, e si parla della McLaren. Si tessono le lodi di McLaren perché è di fatto il partner di Forza Motorsport 5.
Entra sul palco prima una McLaren e poi Dan Greenawalt di Turn 10 e si parla dei dettagli delle auto, implementati grazie alla potenza di Xbox One.
E dopo tante parole, si entra in gara. Personalmetne la prima cosa che noto è il riflesso del cruscotto sul paraberezza. L’illuminazione invece mi sembra un po’ troppo accentuata e poco veritiera.
Si parla comunque della potenza della cloud per gestire la IA. MS deve pur giustificare l’always online…
Dopo questa breve presentazione si ha modo di vedere un trailer in-game. Molto arcade style, un po’ come il primo trailer mostrato a maggio.

Sale sul palco Phil Harrison, l’ex Sony.
“Push the Boundaries” sembra essere il motto di Xbox One, viene ripetuto fino alla nausea in questa fase della conferenza.
Il gioco presentato stavolta è Minecraft Xbox One Edition.

Poi sul palco arriva Sam Lake per parlarci di Quantum Break, esclusivo Xbox One. Anche qui, trailer. Ma in-engine.
La stanza in cui è ambientato il trailer è freezata in una esplosione ed i protagonisti girovagano normalmente attorno ad essa facendosi largo per i detriti di questo caos mentre tutto attorno ad essi è fermo. Viene salvata una ragazza che stava per essere colpita da fuoco e detriti.

E’ il tempo di un altro gioco, ma stavolta in cel shading, molto giappostyle.
D4. Di Microsoft Game Studios.

Entra Dave McCarthy. che presenta Project Spark.
Gioco che si può condividere con tutti su ogni schermo grazie a Smartglass. Vengono create delle ambientazioni naturali con la voce. Kinect ascolta e Xbox One crea.
Scende un personaggio dal cielo e si ritrova nell’ambientazione appena creata, ed è pronto all’avventura!
Si fanno passare tre giorni, e ritornando nell’ambientazione ci sono dei problemi, gli orchi attaccano e bisogna difendersi.
Esce anche su Windows 8.

Entra Marc Whitten. Che presenta una generale panoramica su Smartglass, ripercorrendo i giochi che abbiamo appena visto.

Ritorna in game Killer Instinct.
Dopo la partita viene richiamato “Upload Studio”, che permette di rivedere il gioco appena giocato, crearne una clip, ed uploadarla sulla nuvola per tutti i propri amici.

Adesso viene mostrata la partnership con Twitch per fare il broadcast della propria sessione di gioco.

A questo punto si parla di Live, e viene annunciato l’abbandono dei Microsoft Points, in favore della moneta corrente di ogni nazione. Altri account sulla medesima console potranno condividere il Gold a prescindere se l’account principale è loggato o meno.

Viene mostrato un gioco di draghi, ma non c’è audio. Si sente il pubblico in studio che ridacchia. Si tratta di Crimson Dragon, direttamente dai creatori di Panzer Dragon.

Entrano Josh Bridge e Mike Jones di Capcom Vancouver. Che presentano Dead Rising 3.
Sessione di gioco molto zombiesca, in pieno DNA Dead Rising: dopo avere affettato zombie con armi improprie, ci si mette alla guida di un’auto e se ne investe quanti più zombie è possibile. Qualcuno tenta anche di aggredirci dal finestrino.
Il mondo di gioco sembra molto grande. Esplosioni in ogni dove a fine trailer.
Uscita a fine anno, esclusivo su Xbox One.

John Mamais, di CD Project Red (i ragazzi di The Witcher).
La maglietta tradisce immediatamente le intenzioni, The Witcher 3: The Wild Hunt.
Ed ecco che parte il trailer.
Ed è subito chiaro che questi ragazzi ci sanno fare. Bellissimo.

Patric Soderlund di DICE porta sul palco Battlefield 4 annunciando i 60 frame per secondo, anche se non viene detto a che risoluzione ciò avverrà.
Poco male, parte il trailer!!!
No, non parte.
Panico ed imbarazzo sul palco. Patric va via, poi torna, poi chiede info, non si capisce cosa accada.
Ma ecco che parte B4!!!
Sembra un gioco molto più concreto, tecnicamente, rispetto al rivale CoD, ma si sa che non solo questo cercano i fan degli FPS. Su schermo c’è davvero molto caos in questa sessione di gioco su di una portaerei affondata.
Le mappe in DLC arriveranno prima che su le altre console. Come CoD.

Rientra Spencer. E ci mostra a noi un gioco molto particolare, inquadrato dall’alto, che fa del mistero il suo punto di forza.
Si intitola Below.

Cinque nuovi studios per creare giochi Xbox esclusivi.
Un gioco si mostra in engine. Armi, sparatorie, attacchi furtivi. Black Tusk Studios è lo sviluppatore. Il gioco è ad oggi privo di nome.

Altro nuovo gioco che si mostra in engine. Sabbia, mech giganteschi che escono dalla sabbia.
Si pensa a tutto… tranne a Master Chief che fa uscire il caschetto dalla tunica che lo avvolgeva.
E’ Halo!
Entra in stage appunto Bonnie Ross di 343 Industries. Halo girerà a 60 fotogrammi al secondo ed uscirà nel corso del 2014.

Ed ecco l’annuncio più importante della serata:
Xbox One esce a novembre a 499 Euro/Dollari e 429 Sterline. In tutto il mondo.

Il gioco che chiude la conferenza è dei ragazzi di Respawn, TitanFall, esclusivo Xbox One. Già anticipato da GameInformer.
Entra Vince Zampella e mostra TitanFall in azione.

Finisce la conferenza.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...