Recensione Vanquish

Produttore: SEGA
Sviluppatore: PlatinumGames
Genere: Sparatutto in terza persona
Piattaforma: PlayStation 3
Altre Piattaforme: Xbox 360
PEGI: PEGI 18+ PEGI Violenza PEGI Linguaggio Scurrile

Lo compro perché:
– PlatinumGames raramente sbaglia il tiro in un action game
– Non c’è un attimo di pausa
– Ha una giocabilità molto personale
– Giocato per bene, dà enormi soddisfazioni
– E’ la visione giapponese dei TPS

Non lo compro perché:
– Graficamente non è eccelso. Fosse a 60 fotogrammi al secondo…
– Trama totalmente dimenticabile
– Può risultare ripetitivo se mal giocato
– Dura pochino. Meno di quanto immaginate
– Se non si entra in sintonia col gameplay, è difficile apprezzarlo

Storia, caratteristiche, aspettative
Shinji Mikami. Per molti basta già questo nome per dare piena fiducia ad una produzione videoludica.
Per tutti gli altri potremo aggiungere “PlatinumGames”, ossia la software house nata dalle ceneri di Clover Studio di Capcom. Una delle poche software house che negli ultimi anni ha più fatto parlare di sé grazie alla creazione di videogiochi, da MadWorld a Bayonetta, fino a Metal Gear Rising: Revengeance, ed attualmente al lavoro su uno dei videogiochi più promettenti per Wii U, Wonderful 101.
Vanquish è un third person shooter, ma in chiave nipponica.
Ciò significa che quello che di primo acchito ci sembrerà essere una ennesima versione di “Gears of War” (e bisogna ammettere che le fattezze di taluni personaggi ricordano Dom e compagnia bella), ben presto ci si rende conto che la visione PlatinumGames dei TPS porta il genere ad un nuovo livello di spettacolarità giocosa.
La trama in sé è piuttosto semplice, e rappresenta il classico pretesto per dare vita ad una serie di scontri contro nemici cyborg, ora piccini come noi, ora alti quanto un palazzo di 10 piani.
Noi siamo Sam Gideon, e vestiremo una tuta cybernetica in grado di aumentare le nostre capacità fisiche.
Scendiamo in azione perché l’America viene attaccata, ed allora ecco che scatta la guerra. Starà a noi decidere le sorti del conflitto.

Gameplay
Prima di tuffarsi nelle missioni, però, vale la pena perdere qualche istante nel tutorial.
Sparare, ripararsi, cambiare arma, attivare lo slow motion.
Queste azioni risulteranno fondamentali per avere la meglio durante gli scontri. Specie quando avremo a che fare con i cosiddetti boss. Diventare un tutt’uno col pad, ed iniziare a compiere veri e propri balletti acrobatici a destra ed a manca, rappresenta il vero punto di forza del videogioco.
Se ben compresa ed assimilata, la giocabilità ci renderà protagonisti di uno degli action game più entusiasmanti degli ultimi anni.
Se invece crediamo di stare giocando ad un “clone di Gears of War”, non andremo da nessuna parte, e la voglia di abbandonare il videogioco sarà forte in noi.
Le armi a nostra disposizione sono una infinità. Si va dai fucili d’assalto a quelli di precisione, passando per lanciamissili, fucili a pompa, una intera selezione di granate, ed anche armi “avveniristiche” che sfruttano la carica della nostra tuta per sparare raggi potentissimi. Talvolta anche fin troppo potenti.

Poligoni, texture, sound
Vanquish non è un videogioco definibile con la parola “brutto”.
Però rimane l’amaro in bocca nel non vedere una buona pulizia video, né i 60 fotogrammi al secondo.
Considerando la mole di poligoni ed effetti che il videogioco muove in più di una occasione, non v’è spazio per la delusione.
Ma se per un attimo si pensa a tutto quello spettacolo in una veste tecnica ancora più adeguata, beh, allora sì che si sarebbe potuto gridare al miracolo!
Nulla da segnalare riguardo al comparto audio. Tutto funziona a dovere, e la sensazione di essere circondati da una quantità enorme di proiettili è tangibile.

Extra, longevità, rigiocabilità
Diciamolo, Vanquish non dura tanto. Se per completarlo impiegate più di una mezza dozzina di ore al livello di difficoltà normale, sarà meglio cambiare hobby.
Ed a far sentire ancora di più la sensazione di poca longevità entra in gioco il fattore “non c’è un attimo di pausa”, che vi terrà incollati allo schermo combattimento dopo combattimento.
Certo, non manca la possibilità di rigiocare le missioni per ottenere dei punteggi migliori rispetto a quelli ottenuti alla prima tornata di gioco, oppure provare a cimentarsi ad un livello di difficoltà più alto (buona fortuna).
Personalmente però ritengo che nel complesso Vanquish dura quanto deve durare. Impossibile aspettarsi un gioco da “più ore” con questo gameplay. Avrebbe annoiato tutti.

Concludendo
Se durante la prima ora di gioco avete l’impulso di abbandonare il videogioco, non fatelo. Capite per bene come Vanquish vuole essere giocato, fondetevi col pad, ed iniziate a dispensare proiettili in tutte le direzioni.
L’anima di Vanquish è pura, e dà soddisfazione al videogiocatore che lo approccia come si deve.
Come dicevo in apertura, PlatinumGames si è rivelata essere una software house che sa il fatto suo, e che raramente sbaglia il tiro nello sviluppo di un action game.
E chissà che le prossime (oramai imminenti) console non ci faranno giocare un “Vanquish 2” o comunque un seguito “spirituale” di questa produzione.

T@G EVOtion:
T@G EVOtion

Annunci

2 pensieri su “Recensione Vanquish

  1. Uno dei miei millemila arretrati. 😀
    Ne ho sempre sentito parlar bene e la recensione mi pare confermi le belle cose che si scrivono in giro. In PlatinumGames & Mikami we trust (e non potrebbe essere diversamente visti i precedenti)

  2. E’ veramente un gioco molto entusiasmante.

    C’ha quella prima oretta (che poi è gran parte del gioco XD) che oggettivamente sei lì sull’abbandonarlo per più e più volte. Ma se si resiste, goduria incoming.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...