EA, di fatto, abbandona Wii U

Tutto è iniziato qualche settimana fa, quando dall’America arriva la notizia che Madden 14 non sarebbe arrivato su Wii U. La sorpresa fu tanta (specie alla luce delle parole di Riccitiello, ex capoccia EA, alla presentazione di Wii U, nonché al supporto “senza precedenti” delle terze parti sbandierato da Nintendo stessa nella medesima occasione), anche perché a ben vedere un touchscreen sarebbe stato l’ideale per scegliere al volo le tattiche da usare in Madden.

Da noi, comunque, una notizia del genere non è che smuova chissà quali folle inferocite. Manco fosse un calcistico…

Ed ecco la brutta notizia. Neanche FIFA 14 arriverà su Wii U. I risultati di vendita di FIFA 13 (titolo di lancio della console) non sono stati ritenuti sufficienti, e dunque la versione di FIFA 14 per la home console Nintendo è stata cancellata.

Probabilmente la scusa accampata è reale, ma non giustifica certo una assenza di tale peso (l’ultima console abbandonata da FIFA è stato il Dreamcast…). Anche perché sempre in giornata è arrivata una sentenza quasi inappellabile, “EA non ha giochi in sviluppo per Wii U”.

Nessuno.

Uno dei publisher più importanti dell’industria (poi piaccia o meno è un altro discorso) abbandona Wii U a neanche un anno dal lancio della console. I mal pensanti vedono dietro a questo dietro front un bel “NO” affermato da Nintendo e ricevuto da EA circa l’includere Origin (lo store online di EA che tenta di rivaleggiare con Steam) di default su Wii U.

Personalmente sono certo che Nintendo abbia le forze per proporre una line up comunque straordinaria per la propria console, ma la speranza rimane quella che le due parti in causa possano addivenire ad una tregua. Anche perché per il momento chi ci rimette davvero siamo solo noi videogiocatori.

Annunci

Un pensiero su “EA, di fatto, abbandona Wii U

  1. Credo che alla fine ci rimettano un po’ tutti: videogiocatori in primis certo, ma anche le due aziende che continuo a credere abbiano tutto l’interesse a ricucire i rapporti.

    A livello personale non posso certo definirmi un fan sfegatato di EA… penso e spero che Iwata, nella sua “nuova” veste che include anche il ruolo di CEO di Nintendo of America faccia il possibile per rimettere a posto le cose.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...