La fine di THQ e la spartizione dei beni

Si è definitivamente concluso il fallimento di THQ. Fallimento che ha segnato e segnerà in maniera forte l’intera industria dei videogiochi. Fra le proprietà di THQ figuravano infatti alcune licenze di indubbio peso, nonché studi di sviluppo che hanno dimostrato negli anni di saperci fare.
Così, come da prassi, si è proceduto alle offerte per l’acquisto di questi “beni”, ed i risultati li trovate elencati qui sotto, con tanto di prezzo di acquisto, nuova società proprietaria, e contendenti che hanno partecipato e perso.

Relic Entertainment
Creatori di Company of Heroes e Warhammer.
Società acquirente: Sega, 26.6 milioni di Dollari.
Società contendenti: Zenimax Media, 26,3 milioni di Dollari.

THQ Montreal
Creatori di 1666 e Underdog, entrambi titoli ancora in sviluppo.
Società acquirente: Ubisoft, 2,5 milioni di Dollari.
Società contendenti: Nessuna.

Evolve
Società acquirente: Take-Two Interactive, 10,894 milioni di Dollari.
Società contendenti: Turtle Rock Studios, 250.000 Dollari.

Volition, Inc.
Creatori di Saints Row.
Società acquirente: Koch Media, 22.312.925 Dollari.
Società contendenti: Ubisoft, 5,4 milioni di Dollari.

Homefront
Rilasciato nel 2011 e seguito in sviluppo.
Società acquirente: Crytek, 544.218 Dollari.
Società contendenti: Nessuna.

Metro
Serie, in sviluppo Metro: Last Light.
Società acquirente: Koch Media, 5.877.551 Dollari.
Società contendenti: Ubisoft: 5,175 milioni di Dollari.

South Park
Licenza; South Park: The Stick of Truth è previsto in uscita a marzo.
Società acquirente: Ubisoft, 3.265.306 Dollari.
Società contendenti: Nessuna.

La licenza WWE per i videogiochi sul wrestling non è chiaro a chi è andata, visto che la trattativa è stata privata. Si fanno i nomi di EA e Take Two.

Tutti gli altri studi di sviluppo non menzionati nella lista di cui sopra, sono ufficialmente chiusi. Fra di essi fa notizia Vigil, i creatori dell’apprezzato Darksiders e seguito. A quanto pare però sembra che PlatinumGames sia interessata ad acquisire gli ex componenti dello studio Vigil.

La mia speranza, mia, ma credo condivisa da tutti, è quella che tutti gli ex dipendenti di THQ possano trovare un nuovo posto di lavoro e continuare a fare ciò che hanno dimostrato di sapere fare.

Annunci

3 pensieri su “La fine di THQ e la spartizione dei beni

  1. Faccio naturalmente mio l’auspicio lavorativo per gli ormai ex dipendenti THQ.

    Spiace in particolare per Vigil: da quel che mi dicono persone con gusti abbastanza affini ai miei in Darksiders avevano davvero fatto un buon lavoro, team talentuosi del genere non meriterebbero di finire in mezzo a una strada ma l’assenza di offerte all’asta probabilmente, ahimè, la dice – drammaticamente – lunga su un mercato che non sempre premia chi fa bene. :-\

  2. Io ancora non mi spiego il motivo di MOLTI dei soldi che sono stati spesi. Il miglior affare potrebbe averlo fatto Crytek, vista la spesa.

  3. Per dirla tutta io non mi spiego nemmeno certe spese: per dire – riconosco l’ignoranza, potrebbe trattarsi di semplice percezione totalmente “sballata” -, io pensavo che DeepSilver/Koch fosse un publisher di livello medio basso, o comunque assolutamente non in grado di poter tirar fuori decine di milioni in un’asta del genere o_O

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...