Prova PS Vita

Dopo un giorno di avvicinamento all’utilizzo di PS Vita è giunto il momento di scrivere qualche impressione sulla seconda console portatile Sony. Peraltro non credo arriverà mai una recensione dell’hardware, in quanto a noi interessano i giochi e non le piattaforme che lo ospitano, però vediamo di scoprire un po’ meglio come si comporta PS Vita nell’utilizzo per cui è progettata, ossia quello di console portatile.

Appena uscita dalla scatolina che la contiene, PS Vita si presenta lucida e brillante, con un design elegante che ricalca ed ingrandisce la forma che fu della precedente PSP (ma d’altronde tutto si può dire di PSP, tranne che fosse brutta).

La sensazione di solidità è eccellente, e la cura costruttiva di alto livello. Spiccano subito i due analogici e le due fotocamere (frontale e posteriore). Chiaramente non passa inosservato nemmeno “l’immenso” schermo da 5 pollici che di lì a poco delizierà i nostri occhi.

E’ arrivato dunque il momento di prendere la console, e si nota già la prima miglioria rispetto a PSP, a mio avviso fondamentale.
Il tasto di accensione si trova sulla parte superiore della console, accanto lo slot per le cartucce dei giochi ed i tasti volume. Per accendere PS Vita bisognerà tenere premuto il tasto per qualche secondo. Niente più accensioni o stand by non voluti, causati da un movimento naturale della mano durante una sessione di gioco intensa. Finalmente!
Già che ci sono, riguardo l’accensione, il boot della console si rivela essere immediato e “moderno”. Ci accoglierà infatti un lockscreen per evitare di dare input non voluti alla console (l’interfaccia è pressoché totalmente touch, per cui il lockscreen è essenziale).

In mano PS Vita sta meglio di PSP. E’ più grande, più comoda, con gli analogici meglio disposti e decisamente migliori qualitativamente parlando. Da questo punto di vista non ho nulla da obiettare, anche se a mio avviso i quattro tasti azione frontali sono un po’ troppo piccini e ravvicinati all’analogico destro. Bisogna prenderci un po’ le misure, specie con i videogiochi dai controlli più complessi. Secondo me lo schermo da 5 pollici ha tolto quel mezzo centimetro di spazio che avrebbe permesso di prevedere tasti un pelo più grandi, come quelli di PSP.
Altro lato negativo, i tasti Select e Start sono incastonati nello chassis, così che premerli diventa quasi un terno al lotto durante le prime fasi di contatto con la console.
I tasti direzionali sono invece ottimi, reattivi e comodi. Probabilmente il miglior D-Pad attualmente in circolazione.
Buoni anche L ed R, più grandi, avvolgenti e comodi di quelli PSP.

Ben disposte le casse. Stavolta non vengono vengono coperte dalle mani, e restituiscono un suono fedele ed abbastanza potente.

Interessante l’introduzione del touch pad sul retro della console. Qualche gioco già oggi lo sfrutta a dovere, e non mi riferisco a Little Deviants che nasce come tech demo, ma a FIFA, che utilizza il touch pad come metodo alternativo per direzionare i tiri in porta. Certo, in questo caso è facile impallarlo poggiando le mani su di esso mentre si tiene la console, una icona ci avvertirà del problema.

L’OS. L’impatto con il sistema operativo è aiutato da tutta una serie di consigli tramite pop up che ci verranno forniti ad ogni piccolo passo. PS Vita è un sistema di intrattenimento completo, e cercare di fare proprie subito e per intero tutte le funzionalità della console, è improponibile. Sebbene poi prendendoci la mano, l’utilizzo risulta fluido ed anche divertente. Possiamo tenere fino a sei applicazioni in stand by, e switchare velocemente dall’una all’altra.

Per quanto riguarda le applicazioni, troviamo: Messaggistica, Party, Trofei, PlayStation Store, Amici, Near, Party, Mappe, Riproduzione Remota, Spazio di Benvenuto, Browser, Impostazioni, Musica, Video, Fotocamera.
Di esse, Near non mi ha mai funzionato (non trova i dati della posizione, problema a quanto pare comune con l’ultimo aggiornamento firmware di PS Vita), Le altre vengono già descritte dal nome stesso, ma due parole voglio spendere sull’applicazione di Benvenuto. Trattasi di raccolta di minigiochi che ci faranno comprendere le potenzialità della console. Dovremo ora provare il touch (multitouch capacitivo), il touchpad, le fotocamere, i sensori di movimento e rotazione, il microfono integrato. Nulla di che eh, si capisce, ma può risultare utile per capire meglio la console stessa.

Fra le applicazioni più interessanti troviamo sicuramente la gestione dati da PS Vita a PS3. Avremo la possibilità infatti di scaricare giochi, applicazioni e quant’altro dalla sorellona fissa, e poi copiarli su PS Vita. E’ naturalmente corretto anche l’esatto contrario. Se avremo bisogno di spazio su PS Vita (consiglio caldamente una memory card da almeno 16 GB), possiamo spostare le applicazioni da Vita a PS3, oppure creare un backup completo della console portatile sull’hard disk della console fissa. Non male davvero.

Dal PlayStation Store potremo scaricare appunto giochi, applicazioni, demo, video, e quant’altro. Tre giochi in particolare sono gratuiti e ci daranno modo di provare le potenzialità AR della console, ossia la realtà aumentata. Dentro il pacchettino di PS Vita troveremo infatti oltre a mezza dozzina di manuali (quasi uno per lingua europea) ed il carica batterie con cavo USB, anche sei AR Card da utilizzare con queste applicazioni.
Table Football, Cliff Diving e Fireworks. Il primo è il calcio da tavolo e richiede tutte e sei le carte. Forse il più complesso da mettere in piedi fra tribune, cartelloni di punteggio e porte. Più che buono per stupire i non tecnologici. Il secondo riguarda i tuffi, ed è quello più immediato. Avremo modo di fare spuntare pozze d’acqua in realtà aumentata un po’ ovunque in casa nostra. I fuochi d’artificio supportano invece fino a tre carte, che danno vita a tre complessi residenziali dal quale vengono sparati, appunto, i fuochi d’artificio. Starà a noi col touchscreen farli esplodere per ottenere il massimo punteggio. Nota curiosa: ricordo che all’uscita di PS2 c’era un videogioco di fuochi d’artificio in lineup, tale Fantavision, che sebbene non fosse granché, col senno di poi si può dire che ha portato fortuna alla console. Chi sa che anche questo piccolo applicativo non porti fortuna a PS Vita.

Ma parliamo del pezzo forte.
Lo schermo è protagonista assoluto della situazione. Luminoso e brillante in modo anche inaspettato, lo schermo OLED di PS Vita utilizza tutti i 960×544 pixel per restituirci una immagine nitida, splendidamente contrastata, ed anche decisamente bella da vedere grazie alle capacità tecniche della console (Uncharted è una piccola orgia visiva). L’impressione di avere in mano una piccola PS3 non è campata in aria, ed anzi, se PS3 la si può collegare a schermi che non riescono a renderle giustizia, con PS Vita questo problema non esiste. Da quanto ho provato, Rayman è praticamente più bello su PS Vita che su PS3, e FIFA Football ha una compattezza visiva che fa impressione da quanto è nitido.
Ottima la resa dello schermo anche in presenza di luce solare. E l’angolo di visione è eccellente.

Francamente anche la batteria mi sembra essere adeguata. Voglio dire, è troppo presto per trarne conclusioni (la batteria è ancora nuova, senza cicli di carica, e solo il tempo saprà dare indicazioni serie in tal senso), ma considerando potenza della console e grandezza dello schermo, la batteria sembra reggere benissimo anche sessioni di utilizzo prolungate.

Per concludere questa prova, l’altra grande novità di Vita rispetto a PSP è l’utilizzo di cartucce per i giochi in luogo dell’UMD.
Questa scelta di fatto taglia la compatibilità con i giochi PSP acquistati su supporto fisico (i giochi PSP dello Store talvolta funzionano già adesso, e comunque funzioneranno più o meno tutti nel prossimo futuro), ma permette a PS Vita di risparmiare quella batteria che sarebbe servita ad attivare rotazione del disco ed ottica del lettore, e rende la stessa console anche decisamente silenziosa, priva di quel fastidioso ronzio a cui PSP ci ha abituato.

Insomma, PS Vita è una console che riconosce gli errori strutturali di PSP e cerca di porvi rimedio. PS Vita è una console completa, che deve però vedersela con un mercato che sta spostandosi verso giochi “usa e getta” da pochi cent, e dispositivi portatili da “ne cambio uno all’anno”.
Noi di T@G EVO non disprezziamo nessuna tipologia di divertimento videoludico, ma quando un dispositivo portatile nasce per essere una console, è tutta un’altra musica.

Di seguito qualche foto scattata da me stesso. Scusate illuminazione e qualità, non sono un fotografo.

Annunci

17 pensieri su “Prova PS Vita

  1. Per me, inaspettatamente, passa la prova. Ci ho giocato due orette, forse una e mezza, ma la sensazione è stata positiva. Mi conoscete, le console portatili non sono affatto il mio genere preferito, e dal primo momento ho impugnato PS vita con distacco.

    Il primo pezzo forte della collection è stato l’incredibile scrilluccicoso e lucido schermo, con risoluzione ottima. Un paio di partite a Fifa 12, qualche set a Virtua Tennis seguito da Aspahlt e per finire Resistance. Grafica senza nessun problema, i comandi sembrano intuitivi, così, a primo impatto. Forse i due analogici ingombrano e sono di troppo, specie in giochi come Fifa 12, nel quale ho trovato qualche difficoltà.

    La sviscererò meglio, questo è certo. Non sarà al top of the top, ma è da provare.
    Mia opinione a breve…

  2. No, che i due analogici siano di troppo proprio non sono d’accordo. Nintendo ha fatto un accrocchio aggiuntivo per mettere due analogici al 3DS. Per il gaming moderno sono a mio avviso essenziali. Che poi sono ravvicinati ai tasti azione e possono intralciare, lo condivido e l’ho anche scritto nel testo di cui sopra.

    Ma una cosa mi sfugge, visto che qui le comunicazioni latitano come sempre.
    L’hai comprata o ci hai giocato a scrocco?

    Infine per quanto riguarda il “top of the top”, ritengo che siano i giochi a fare una console, e non viceversa. Per cui diamo il giusto tempo a PS Vita ed i giochi che ci proporrà, e poi tireremo le somme.

  3. Ad ogni modo mi sembra alquanto audace (forse troppo) pensare ad una PS Vita tra le best del mercato. I produttori di videogiochi ormai spendono le loro energie per 360 e PS3, mentre solo nei primi mesi di vita delle nuove console cercano di combinare qualcosa. Mi sembra francamente troppo poco.

    Comprata. Per i miei figli. O almeno questa è la versione.

  4. Perdonami ma io non riesco a vedere in concorrenza console fisse e portatili, nemmeno dal punto di vista degli sviluppatori. Peraltro Sony sta spingendo molto Vita in collaborazione con PS3. Molteplici i giochi che compri 1 e li giochi su entrambe, senza contare le varie funzionalità che legano le due console, ed altre cose come il remote play (che personalmente trovavo inutile già su PSP).

    PS3+Vita, e Wii U sono il motivo per il quale Microsoft farà una prossima console fissa con “pad o accessorio” a mo’ di tablet. Accetto scommesse.

  5. Difficile dirlo, forse l’E3 ’12 sarà sorprendente per questi suddetti “accessori” in sinergia con la console madre, magari con rivelazioni da parte Microsoft. Io continuo a vederla una trovata commerciale bella e buona, o meglio: venderla come “accessorio” alla PS3, formando il duetto PS3-Vita è una commercialata. Cioè, credi davvero che alla PS3 mancasse un qualcosa che ora è arrivato con Vita? Ossia, un completamento? Un’anima gemella?

    Ma comunque tutto è possibile negli sviluppi dei prossimi mesi…

  6. Non credo mancasse un’anima gemella. Ma se compro un gioco e lo gioco su due console a me sta benissimo.

    E non credo stiano vendendo PS Vita come accessorio di PS3. Anzi molti venditori pagati manco sanno di ciò.

    Anche PSP faceva compagnia a PS3, solo che i limiti strutturali di quella console erano tanti, e la cosa non ha preso piede.

  7. L’hai preso anche tu? Io comprata giusto ieri, ma senza giochi e memory stick. Oggi proverò a rimediare… ma ammetto che è stato più un gesto d’impulso che non una reale necessità. Diciamo che di giochi che interessano a “me” ora come ora proprio non ce ne sono né sono annunciati. Spero solo che come PSP in seguito arrivino.

  8. Adorabili gli acquisti d’impulso!

    Square Enix al lancio c’è comunque, Army Corps of Hell!!!

    lol

  9. Sì, ma ho letto che è molto ripetitivo quindi aspetto un calo di prezzo (che a dirla tutta c’è già stato su zavvi… ergo presto lo prendo). Oggi ho recuperato una memoria da 16GB e il Wippy. M-E-R-A-V-I-G-L-I-O-S-A console! Anche la struttura online mi sembra sensibilmente più funzionale di quella PS3. Una piccola next-gen eheh.

  10. Beh, a te però piaceva da matti pure PSP, per cui PS Vita è una PSP “fatta bene” 😀 ed è ovvio ti piaccia.

    Io spero che all’E3 presentino l’infinità di giochi che ci si aspetta, anche se a dirla tutta io su PS Vita sono quasi più interessato alle perle da pochi Euro che ai titoloni, sebbene giocare quell’Uncharted al lancio è destabilizzante 😀

  11. Ma è una meraviglia in generale come hardware, tutto veloce, quasi caricamenti assenti quando si passa da applicazione ad applicazione, è un tripudio di distrazioni continue. Giocavo al wippy poi passavo a twitter poi commentavo nei forum poi riprendevo a giocare, nel frattempo in background download avevo svariate DEMO in lavorazione…

    è la macchina definitiva T.T

  12. Sìsì, una volta scoperte le potenzialità del multitasking non se ne esce più!

    Perfo, senti, e anche tu Pulga, ma voi avete preso la solo WiFi o la 3G? L’applicazione “near” vi funziona?

  13. Io ho preso la Wi-Fi e “near” non mi trova la posizione. Ma ho letto di problemi simili anche in altri lidi… si aspetta una patch o forse ha problemi a rilevare alcuni tipi di router.

  14. Io ho seguito la discussione sia su forum PS che soprattutto su NeoGAF. In pratica pare si debba verificare se Skyhook copre la zona di interesse, e quindi inserire il proprio router nella mappa Skyhook. Io l’ho fatto. Passa circa una settimana prima che l’operazione vada in porto. Vi farò sapere anche qua se riesco a far funzionare near.

  15. Wow avevo lo stesso problema… lol
    Proverò presto con la procedura perché fino ad ora non ho avuto tempo…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...