Prova Voltron: Difensore dell’Universo

Produttore: THQ
Sviluppatore: Behavior Interactive
Genere: Sparatutto a scorrimento
Piattaforma: PlayStation 3 (PSN)
Altre Piattaforme: Xbox 360 (XBLA)
Data uscita: 30 Novembre 2011 

Born in the 80’s!
Mazinga, Jeeg robot d’acciaio, Goldrake, Daitarn, Vultus 5. E centinaia di altri. Chiunque di noi, nato almeno negli anni non più tardi degli anni ’80, li conosce tutti perfettamente. Robot che ci facevano sognare, provenienti dall’universo orientale così diverso dal nostro, e per questo così affascinante. Oggi i ragazzi “emulano” battaglie a colpi di carte (e non è la briscola), di trottole, di animaletti vari, ma noi… noi si che pensavamo in grande, e ci immaginavamo alla guida di colossi da 30 metri, in lotta per la salvezza del mondo.

Talvolta, dell’universo. E chi è il Difensore dell’Universo, se non Voltron?
E’ vero che ognuno di noi ha il suo robot preferito, ma Voltron (seppure rimaneggiato all’inverosimile nelle sue uscite occidentali), era, ed è, speciale. Cinque Leoni di diverso colore e potenzialità, manovrati da cinque diversi personaggi, che, nei momenti di difficoltà, al culmine della battaglia, hanno la facoltà di formare un unico robot gigantesco, appunto, Voltron. Finisco questa anteprima storica con il cenno a Voltron Force, ovvero il remake moderno di Voltron, che sebbene non sia bello quanto l’originale (eheheh), ha riportato il brand sulla bocca degli appassionati.

E’ così che THQ si cimenta in un videogioco dedicato al glorioso Difensore dell’Universo. E’ uscito giusto ieri su PSN ed XBLA, costa 7,99 Euro o l’equivalente in Microsoft Point. Cosa è?
Trattasi di un action sparatutto a scorrimento. Semplice. Con lo stick sinistro si muove il Leone scelto fra i cinque a disposizione, col destro si mira e si spara. Col grilletto destro si salta per acchiappare i nemici in aria, col grilletto sinistro si accede al super attacco. Facile.

Ma prima di tutto questo ci sarebbe da dire come gli sviluppatori siano entrati nella mente dei fan, inserendo una quantità industriale di “effetto nostalgia”, che fa scendere più di qualche lacrimuccia. L’intro al gioco è la sigla originale del cartone, le musiche sono quelle storiche della serie, ed una volta iniziata la missione si avrà il relativo spezzone di cartoon dove ognuno dei cinque piloti dei Leoni va, attraverso tunnel sott’acqua, sotto vulcani, sotto foreste, a sedersi al posto di guida.

Pura nostalgia. Chi non conosce Voltron magari avrà pure saltato le scene, ma chi di noi ci è cresciuto con quel robottone spettacolare, rimane incantato ad osservare ogni singolo secondo.

Purtroppo nella demo rilasciata non è possibile formare Voltron, ma si potrà fare nel gioco completo. Come si potrà giocare in cooperativa online con cinque persone, usando ognuno un Leone a scelta, oppure sempre in cooperativa, ma per due persone in locale.

Chiaramente la scelta dei Leoni non è solo una questione “visiva”, ma anzi ognuno di essi possiede peculiarità particolari. Per esempio lì dove il Leone rosso è agile, snello, e dalla frequenza di fuoco impressionante, il Leone principale, quello nero, è magari più lento, spara meno velocemente, ma che danni che infligge!

Questo è Voltron: Difensore dell’Universo. Un videogioco che farà scendere qualche lacrimuccia ai vecchietti, e magari lascerà assolutamente noncuranti i giovanotti.
Chiudo la prova con una constatazione personale. Ho 8 Euro di credito PSN non utilizzato…

In mancanza di immagini, vi ripropongo il trailer ufficiale.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...